Archivi categoria: NoHomePage

Questa categoria serve a contrassegnare gli articoli che non vanno mostrati sulla pagina principale

Se la gioventù le negherà il consenso

“Se la gioventù negherà il consenso”. In dialogo con i testimoni a 30 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio.

A cura di Alberto Conci, editrice Ancora

“Se la gioventù le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo” (Paolo Borsellino). “Solo quando tutti la sentiranno come un corpo estraneo, allora la mafia potrà essere debellata” (Giovanni Falcone).

Capaci, 23 maggio 1992 – Via D’Amelio, 19 luglio 1992. Sono i luoghi e le date delle stragi mafiose di cui furono vittime Giovanni Falcone – con Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani – e Paolo Borsellino – con Emanuela Loi, Eddie Walter Max Cosina, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli.

Trent’anni ci separano dalla morte tragica di persone coraggiose che hanno lottato contro la mafia, la cui vicenda umana e civile ha però ancora molto da dire. Da qui l’idea di affrontare questo trentesimo anniversario mettendo a confronto, in un dialogo intergenerazionale, chi ha vissuto quel periodo e un folto gruppo di ragazzi e ragazze, che hanno preparato e condotto in prima persona gli incontri con familiari delle vittime, magistrati, giornalisti ed esponenti della società civile.

Un libro nato dai dialoghi fra un gruppo di ragazze e ragazzi di sei licei, sparsi in quattro città del nord Italia, con chi trent’anni fa assistette, da prospettive differenti, alle stragi di Capaci e di via D’Amelio.

Il soffio dello Spirito: Cattolici nelle Resistenze europee

«Uomini liberi che stanno morendo in questo momento e di cui noi non si conoscono nemmeno i nomi, uomini liberi che muoiono soli, all’alba, tra muri spogli e lividi, uomini liberi che muoiono senza amici e senza sacerdote …,
ma questo fiato debole è quello dello Spirito
»

(George Bernanos, Lettres aux Anglais. 1942)

Il soffio dello Spirito
Cattolici nelle Resistenze europee
di Giorgio Vecchio, ediz. Viella, 2022

I cattolici sono stati presenti in tutte le Resistenze europee. Ovviamente bisogna tener conto delle diversità esistente nella distribuzione dei cristiani tra cattolici, protestanti e ortodossi.

Questa partecipazione alla Resistenza è stata condizionata dalle differenti vicende politico-militari. Nei paesi occupati dalla Germania nei quali era rimasta una rappresentanza legittima dello Stato, i cattolici tesero a confondersi all’interno delle istituzioni clandestine o patriottiche. È il caso della Polonia (che mantenne un governo in esilio e creò robuste istituzioni clandestine in patria), ma anche del Belgio o dei Paesi Bassi. Anche in questi paesi la presenza di un governo esule a Londra offrì la possibilità ai cattolici di agire – spesso in quanto militari – nei servizi informativi, di spionaggio o nelle reti di salvataggio dei piloti alleati abbattuti nei cieli europei. Il legame con la Gran Bretagna fu assai forte.

Diverso fu il caso della Francia, dove la costituzione della repubblica di Vichy sotto la guida di Pétain creò non pochi problemi di coscienza ai resistenti cattolici. Infatti, l’episcopato e il clero, oltre che alla maggioranza dei fedeli, applaudirono Pétain per il suo programma di rigenerazione morale e di rilancio della triade “lavoro, famiglia, patria”. I cattolici democratici e antinazisti dovettero così impegnarsi anzitutto per fermare lo scivolamento autoritario della Chiesa; al tempo stesso si confrontarono con l’autoproclamata leadership di de Gaulle.

Ovunque pesarono le diverse cronologie e le diverse modalità dell’occupazione nazista. I tedeschi, infatti, si comportarono utilizzando sempre i propri criteri razzisti, in base ai quali i danesi e gli olandesi o anche i fiamminghi erano razzialmente simili ai tedeschi e perciò da trattare “bene” (a patto che non esprimessero forme di opposizione, beninteso!), mentre i polacchi, i russi e gli salvi in genere erano “Unteruntermenschen” (“Sottosottouomini”) da disprezzare e calpestare impunemente.

I cattolici (attenzione: non tutti, ma comunque una parte significativa) parteciparono alla Resistenza nelle diverse forme note: furono cioè presenti nella lotta armata vera e propria, nei servizi di informazione e di spionaggio, nella raccolta e custodia di armi, oltre che in tutte le forme di Resistenza disarmata, per il soccorso dei perseguitati, degli ebrei o di chiunque fosse in pericolo. In varie situazioni essi coltivarono anche una Resistenza di tipo morale e culturale, attraverso la stampa e la diffusione di idee avverse all’occupante e alla sua ideologia pagana.

Creatura Futura, Piergiorgio Cattani: le parole che resistono

Creatura Futura, Piergiorgio Cattani: le parole che resistono
di Paolo Ghezzi (ediz. ViTrenD)

Piergiorgio Cattani, un esploratore di se stesso e dei limiti dell’esistenza.
Una “creatura futura” che sperava e credeva nella vita che verrà e che continuava a inventare nuovi progetti per rendere più umana la comune esistenza di oggi.

«Perché sei un essere speciale, e hai avuto cura di noi». Ecco il perché
di questo libro-ritratto, intimo e spiazzante. Nei suoi 44 anni
di vita, conquistati giorno dopo giorno alla malattia, Piergiorgio
Cattani – giornalista e leader politico, esploratore tra teologia e
fifilosofifia – si è preso cura della vita degli altri. Coraggio e lucidità
eccezionali, incessante ricerca, costante impegno per lasciare
il mondo migliore. Un’irripetibile avventura umana, quella di Pg,
nelle sue parole (anche segrete) e nei ricordi di chi l’ha amato.
«Paolo Ghezzi conduce il lettore di Piergiorgio e l’amico/a, l’amante
e il curioso, l’ignaro e il sapiente, il popolare e il colto a un
incontro inaspettato…» (dalla prefazione di Simone Casalini)

≪In questo libro non si usa la parola “morte” per parlare dell’evento finale della vita di Piergiorgio Cattani, la mattina dell’8 novembre 2020. Sia perche lo sentiamo ancora vivo e “parlante” (attraverso le migliaia di parole sue che restano) tra di noi, sia perchè vorrei rispettare la sua fiducia profonda che la morte non fosse l’ultima parola ma l’ingresso, con la resurrezione della carne, in un’altra vita.
Qualcosa di diverso dal pur bellissimo verso de La donna cannone di Francesco De Gregori: “Voleremo in cielo in carne e ossa, non torneremo più”. Per questo, non per debolezza eufemistica, ho scelto di usare i sinonimi transito, exitus, passaggio, dipartita≫. (Paolo Ghezzi)

Come aderire

Ma allora metta la vela grande dell’albero di maestra e uscendo dai porti in cui vegeta, salpi verso la stella più lontana senza badare alla notte che l’avvolge” (Emmanuel Mounier)

E’ possibile rinnovare la propria adesione alla Rosa Bianca, mediante un bonifico sul c/c presso Banca Etica

 IT49L0501801600000017037557

intestato a Rosa Bianca
specificando come causale: rinnovo adesione Rosa Bianca e il vostro nome

inviare una mail di conferma con i propri riferimenti  a rosabianca@rosabianca.org.

Per le quote di adesione fare riferimento alle seguenti indicazioni:

Adesione ordinaria € 15
Adesione famiglia € 25
Sostenitore/Sostenitrice € 50

Per abbonarsi e sostenere la rivista “Il Margine” è possibile scrivere per informazioni a rosabianca@rosabianca.org (in questa fase transitoria in attesa della preparazione della nuova casella di posta de “Il Margine”).
Abbonamento € 25 (pdf gratuito a chi lo chiede), solo pdf euro 10, estero € 30.
Versamenti: c.c.p. 1004299887: «Il Margine», via Laste 3, 38121 Trento; c.c.b. Bancoposta (IBAN IT97 D076 01018000 0100 4299 887).
Estero: BIC: BPPIITRRXXX.

Discanto. Voci di donne sull’enciclica Fratelli tutti

«Discanto – Voci di donne sull’enciclica Fratelli tutti»,  edito dalle Paoline,  è  scritto da Maria Cristina Bartolomei , Emanuela Buccioni, Gabriella Caramore, Antonella Casiraghi, Asmae Dachan, Carla Danani, Rosanna Fersini, Marisa Forcina, Shulamit Furstenberg Levi, Silvia Giacomoni, Lidia Maggi, Luciana Miriam Mele, Lilia Sebastiani, Grazia Villa,  Rosanna Virgili.

In Fratelli tutti al numero 23 si legge che «[…] l’organizzazione delle società in tutto il mondo è ancora lontana dal rispecchiare con chiarezza che le donne hanno esattamente la stessa dignità e identici diritti degli uomini. A parole si affermano certe cose, ma le decisioni e la realtà gridano un altro messaggio». Nell’Enciclica c’è un non detto, che porta con sé un appello implicito, ma forte, a che altri dica… Qui si raccolgono voci di studiose e teologhe, credenti e laiche: esse offrono una lettura dell’Enciclica da parte di donne che, con sensibilità e tagli diversi, entrano in dialogo con essa, offrendo così, come in un discanto, una seconda voce, un secondo punto di vista. E se a leggerla sono donne, con occhi di donna, la speranza è che questo contribuisca a far prendere voce e volto anche a “Chiara” accanto a “Francesco”.

«Il volume offre quindici voci di donne che, in diversi mondi, dialogano con l’enciclica Fratelli tutti, offrendo commenti, echi, risonanze, ripresa di temi, in diversi generi letterari. Sono donne di differenti orientamenti: credenti di diverse confessioni cristiane e diverse religioni, non credenti, o, meglio, credenti nell’umano; tutte, comunque, «pensanti», secondo la distinzione che il cardinale Carlo Maria Martini segnalava come molto più significativa di quella tra credenti e non credenti; sono laiche e religiose; teologhe, bibliste, scrittrici, filosofe, scienziate, umaniste. Parecchie di loro si conoscevano già, ma non poche si «incontrano» per la prima volta solo nel libro. Questo composito coro è frutto della adesione a una proposta inizialmente lanciata a un ampio gruppo di teologhe cattoliche, maturata poi in prospettiva di un allargamento in senso ecumenico, interreligioso e interculturale, in sintonia con l’afflato universalistico dell’enciclica. Caratteristica della proposta è stata la sua apertura. L’iniziativa, muovendo dal riconoscimento della importanza dell’enciclica, aveva l’intento dichiarato di aprire una interlocuzione con essa da parte delle donne, che la valorizzassero, ripensandone e riprendendone i nuclei di contenuto a partire dalle loro competenze e dalla esperienza femminile del mondo. Entro la condivisione di tale orientamento di fondo, ognuna che avesse aderito era libera di scrivere sui temi e nel modo a lei più congeniale» (dalla presentazione di Maria Cristina Bartolomei e Rosanna Virgili, editors del libro).

Uno zaino troppo pesante

Uno zaino troppo pesante
Le strade per una scuola ecologica e leggera

di Marco Orsi (Maggioli Editore).

“Non ci eravamo più abituati, almeno noi della civiltà del benessere. Ma nell’incertezza, nella insicurezza c’è però la possibilità di capire quali sono le cose che contano davvero, quelle essenziali. Le cose più semplici che ci rendono gioiosi. È necessario tornare lì, senza nostalgie. Utilizzando le ricchezze di scienza, conoscenza e tecnologia, ma stavolta orientate in modo diverso. Ecco: il confluire di tanti approcci verso questo tema della leggerezza mi dice qualcosa di positivo. Forse è un paradigma che vale la pena di esplorare. Proviamo allora a scommettere su una leadership educativa leggera”.

Continua la lettura di Uno zaino troppo pesante

La cura dell’altro

Ediz. Cittadella, Assisi 2020 (a cura di) Ernesto Borghi e Antonietta Cargnel, Alberto Bondolfi,

Nella società contemporanea divisa tra la coscienza di un’interdipendenza totale tra gli esseri umani e le istituzioni e una serie di tristi egoismi che purtroppo sembrano crescenti diventa sempre più importante chiedersi quale sia il livello delle relazioni che ogni persona può costruire per cercare la propria felicità e contribuire a quella altrui. Dalla rivelazione biblica vengono le indicazioni che richiedono di essere lette e realizzate con la nostra fantasia e competenza nel nostro tempo.

Gli interventi di Ernesto Borghi e Antonietta Cargnel, curatori, tra l’altro, con Alberto Bondolfi, del volume collettaneo “La cura dell’altro. Riflessioni bibliche, teologiche e sociali” (Cittadella, Assisi 2020) si porranno in questa prospettiva proprio dagli scritti neo-testamentari antichi al campo medico e socio-assistenziale di oggi.

Ernesto Borghi

Nato a Milano nel 1964, sposato e padre di famiglia, laureato in lettere classiche e dottore in teologia, docente universitario di esegesi e teologia bibliche dal 1992, presidente dell’Associazione Biblica della Svizzera Italiana (www.absi.ch – canale youtube “Associazione Biblica della Svizzera Italiana”), coordinatore della Formazione Biblica nella Diocesi di Lugano, coordinatore dell’area Europa del Sud e dell’Ovest della Federazione Biblica Cattolica (https://c-b-f.org).

Antonietta Cargnel

Nata a Calabritto (AV) nel 1939, specialista in medicina interna e in malattie infettive, già primario di Malattie Infettive all’Ospedale Sacco di Milano e professore a contratto presso l’Università degli Studi di Milano, fondatrice ed ex presidente della Fondazione AIDS-Aiuto, AIDS-Aid.

Effetti farfalla

Come salvare il mondo con il proprio, piccolo battito d’ali

GRAMMENOS MASTROJENI, EFFETTI FARFALLA. 5 SCELTE DI FELICITA’ PER SALVARE IL PIANETA (ediz. Chiarelettere, pp.192). 

 La convinzione che tutti, facendo la propria parte, seppur piccola, possano davvero fare la differenza per cambiare in meglio il nostro caro, vecchio e malandato pianeta Terra forse per molti è solo un modo di dire o un luogo comune ormai stanco.

L’assunto da cui parte l’autore, docente di Ambiente e Geostrategia in vari atenei e da oltre 20 anni impegnato nello studio dei cambiamenti climatici del pianeta, è che non siamo per nulla consapevoli di tutte le conseguenze, nel bene e nel male, dei nostri gesti quotidiani: l’ormai celebre teoria dell'”effetto farfalla”, secondo la quale il battito d’ali di una farfalla può scatenare un uragano dall’altra parte del mondo, non è una specie di proverbio, ma scienza, perché è un caposaldo matematico della teoria del caos. La Terra è dunque un sistema che va visto in modo unitario e, se il nostro obiettivo è vivere meglio, non è detto che necessariamente per aumentare il nostro benessere ci sia sempre un prezzo da pagare e qualcuno debba “soffrire” (un ceto sociale, un’area geografica, l’ambiente e così via). Sulla Terra infatti la cooperazione è la base per migliorare tutti, non solo alcuni.

https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2021/01/15/libro-del-giorno-mastrojeni-effetti-farfalla_561db299-212f-4d44-965f-000c7f7a11b4.html

Materiale per incontro consiglio nazionale

Incontro del consiglio nazionale allargato del 30 gennaio 2021

Attività 2020

Riscontri dalla scuola di formazione di Assisi 2020

Rendiconto economico 2019 e 2020

Risonanze dalla scuola di formazione di Assisi:

Spunti per una sintesi sul tema del Mediterraneo
Mediterraneo e Geopolitica

Spunti per una sintesi sul tema lavoro
Introduzione alla sessione sul lavoro

Materiale condiviso prima e durante la scuola di formazione

InIziative Rosa bianca 2020

Oscar Romero: “Ho udito il grido del mio popolo”

Martedì 24 marzo 2020

A quarant’anni dal martirio di mons. Oscar Arnulfo Romero Intervento di Anselmo Palini

Dietrich Bonhoeffer – Resistenza e libertà, responsabilità per tempi inquieti

Giovedì 9 aprile 2020

In occasione del 75° del martirio di Dietrich Bonhoeffer interventi di: Fulvio Ferrario, Alberto Conci

Ribelli per amore. Una scelta di resistenza e libertà

Sabato 25 aprile 2020

In occasione del 75° della festa della Liberazione.

Interventi in videoconferenza di Luisa Ghidini Comotti, Anselmo Palini, Angelo Onger

Le passioni di Ágnes Heller:amore, amicizia, giustizia e bellezza

Mercoledì 1 luglio 2020

Interventi di :
Francesco Comina e Genny Losurdo – Il demone dell’Amore
Severino Saccardi – Le passioni di Ágnes

Coordina Marta Perrini

Alexander Langer, carezza di Dio per i costruttori di futuro

Venerdì 3 luglio 2020

Alexander Langer costruttore di ponti, varcatore di confini, viaggiatore leggero (22 febbraio 1946 – 3 luglio 1995) Interventi di : Lidia Leonelli Langer, Giuliana Martirani, Leoluca Orlando coordina Grazia Villa

Verso un’ “Ecologia Integrale”? Opportunità e speranze – Chiara Tintori

Lunedì 4 maggio 2020

Per il ciclo di incontri “È tempo di agire… La crisi ambientale ci interroga” l’intervento di Chiara Tintori, autrice e politologa sul tema “Verso un’«ecologia integrale?» Opportunità e speranze”

Città green, resiliente e inclusiva: quali politiche?

17 ottobre 2020

Interventi di

Antonio Ballarin, già Ordinario di Fisica dell’ambiente -Università Cattolica, sede di Brescia e Coordinatore scientifico Fondazione Lombardia per l’Ambiente

Gloria Zavatta, Amministratore delegato AMAT Srl -Agenzia per la Mobilità, l’Ambiente e il Territorio

Coordina Francesca Taverna Ciclo “E’ tempo di agire. La crisi ambientale ci interroga”

Tribù virtuali e ferite non digitali – Lettura socio-educativa dell’odio online

Venerdì 17 luglio 2020

Interventi di: Stefano Pasta, Anna Pozzi Introduzione di Tommaso Giuntella

Accoglienza e sostegno della comunità

Mercoledì 15 luglio 2020

Progetti di resistenza accoglienza e sostegno della comunità Interventi di Valeria Leonardi insieme ad attivisti e attiviste della rete S.O.S. Ballarò di Palermo Giacomo Pigni volontario Auser Ticino-Olona (MI – VA) Coordina l’incontro Francesco Cargnelutti

La memoria dell’inciampo – un ponte per comprendere un lascito ricevuto

Mercoledì 15 luglio 2020

La memoria dell’inciampo Da Anna Frank alla Rosa Bianca Interventi di: Federica Pannocchia, Anselmo Palini, Claudio Consonni.

La ricerca di un ordine giusto in un contesto globale

Sabato 11 luglio 2020

Dal rifiuto della guerra alla tutela dei diritti umani, al rispetto dell’ambiente nella relazione tra istituzioni e società civile. Interventi di Giovanni Lattarulo Carlo Cefaloni Martina Occhipinti Valerio Onida coodinato da Luisa Broli

Libertà non randagie – da don Minzoni alla Rosa Bianca, passando per le Aquile Randagie

mercoledì 10 giugno 2020

Antifascismo e Resistenza nelle esperienze di Chiesa. con interventi di Paolo Ghezzi (la Rosa Bianca e l’abbecedario della giovane resistenza) e Andrea Bosio (educazione, scoutismo e antifascismo, la testimonianza di don Minzoni). Coordina Tommaso Caldarelli (Coordinamento Scout Antifascisti)

Introduce Fabio Caneri (Rosa Bianca)

Il mondo del lavoro di fronte alle sfide della pandemia.

giovedì 30 luglio 2020

Intervento di Nunzia De Capite Sociologa e ricercatrice di Caritas Italiana collaboratrice del Forum Disuguaglianze Diversità

“Manuale di storia della scuola italiana. Dal Risorgimento al XXI secolo”

10 gennaio 2020

Presentazione pubblica del libro edito da Scholé – Morcelliana promossa dal gruppo della Rosa Bianca di Pisa

Interventi del

prof. Angelo Gaudio della Università degli Studi di Udine, autore e curatore dell’opera,

prof. Filippo Sani della Università di Sassari, Pasquale Cuomo segretario provinciale FLC CGIL Pisa e regionale FLC CGIL Toscana.

Un futuro per la memoria

Dal 20 settembre al 2 ottobre 2020

Mostra fotografica con a tema la Resistenza dei cattolici in Italia e in Europa

Domenica 20 settembre

Saluto di Mariapia Garavaglia – presidente di ANPC
Saluto di Patrizia Toia – eurodeputata
Proiezione del filmato La bicicletta di Gabriella, intervista a Tina Anselmi
Intervento di Fabio Caneri – presidente della Rosa Bianca

Carlo Maria Martini e Anni di piombo – Silvia Meroni e Alberto Conci

Sabato 9 maggio 2020

Carlo Maria Martini, uomo di fede e pastore, a confronto con il tempo inquieto e drammatico segnato dalla violenza e dalla paura del terrorismo. Incontro di approfondimento tenuto il su Carlo Maria Martini e Anni di piombo con interventi di Silvia Meroni e Alberto Conci

Profeti di umanità possibile – MichaelDavide Semeraro

Sabato 16 maggio 2020

Profeti di umanità possibile Riflessioni monastiche in tempo di pandemia Riflessione a cura di : fr. MichaelDavide Semeraro, monaco benedettino e autore

“Fratelli tutti. Sorelle tutte. Comunità e distanza, rovesciamento e cambiamento”

Sabato 17 ottobre

Intervento di Elza Ferrario

La gioiosa fatica di rinascere dal basso

Sabato 21 novembre

Intervento di fr. MichaelDavide Semeraro

nel percorso avviato su “Fratelli tutti, Sorelle tutte. Comunità e distanza, rovesciamento e cambiamento”

Il Buon Samaritano moderno

sabato 19 dicembre

per il ciclo di incontri

«Fratelli tutti, Sorelle tutte. Comunità e distanza,
rovesciamento e cambiamento»

Intervento di Fulvio De Giorgi

Chiesa domestica in tempo di Covid

sabato 24 ottobre

Ciò che abbiamo vissuto e stiamo vivendo è una grande mediazione e intercessione per tutta l’umanità, senza differenze di fede, di colore, di ideologia e di bandiera.

Ignazio e Maryam

giovedì 29 ottobre 2020

Giornata del dialogo cristiano-islamico
Dialogo serale tra un cristiano e una musulmana. In ricerca

Ignazio De Francesco, monaco, islamologo
Rosanna Maryam Sirignano, linguista, islamologa

USA: l’incertezza delle urne. Paese in crisi, quale futuro?

Giovedì 29 ottobre

E’ il titolo dell’incontro che le associazioni Polis, Città dell’uomo, la Rosa Bianca, C3dem e Il Sicomoro promuovono a pochi giorni dalle elezioni presidenziali negli Stati Uniti d’America.

Dialogo con Emiliano Bos, corrispondente RSI Radio Televisione Svizzera da Washington

Questa notte non è più notte

Tre incontri biblici e una veglia ecumenica per tenere accesa la fiamma della speranza che è in noi

lunedì 30 novembre: in dialogo con Maria Soave Buscemi


lunedì 7 dicembre: in dialogo col past. Alessandro Esposito


lunedì 14 dicembre: in dialogo con p. Ionut Radu

lunedì 21 dicembre: veglia ecumenica

E’ disponibile il libretto della veglia ecumenica

Pierre e Mohamed

mercoledì 14 ottobre 2020, ore 20.30
Complesso San Cristo – Chiesa, via Piamarta 8 – Brescia

Pierre e Mohamed
Un cristiano e un musulmano amici fino alla morte
insieme

Momenti di lettura collettiva

proposti dal gruppo della Rosa Bianca di Pisa

19, 26 gennaio e 8 febbraio 2020

Incontro | Lettura collettiva di “Basta salari da fame”

Basta salari da fame” (Laterza, 2019), opera di Simone Fana e Marta Fana,

16 febbraio e 22 marzo 2020

lettura collettiva del testo di Fulvio Scaglione, Il patto con il diavolo

4, 13 e 19 aprile 2020

lettura collettiva del testo “Confessioni di un sicario dell’economia. La costruzione dell’impero americano nel racconto di un insider” di John Perkins (Confessions of an Economic Hit Man, 2004)

31 maggio, 21 e 28 giugno 2020

Lettura collettiva del saggio “Se il lavoro si fa gig” di Colin Crouch.

3, 10 e 17 maggio 2020

Lettura collettiva dell’intervista di Marcelle Padovani a Giovanni Falcone “Cose di Cosa Nostra”.

6 e 13 settembre, 4 ottobre 2020

Lettura collettiva del saggio “Persona e comunità. La proposta della Rosa Bianca per una nuova politica” (2003).

6 e 13 dicembre 2020

Lettura del saggio “Costituzione italiana contro trattati europei. Il conflitto inevitabile” di Vladimiro Giacchè (Imprimatur editore, 2015).

14 giugno 2020

Le persone Lgbti+ e i diritti. Cittadine/i di serie B?

https://www.facebook.com/6000sardinepisa/videos/262866054964117

La Goccia e la Città

3 ottobre 2020

Iniziativa ecumenica itinerante per il Tempo del Creato:

Dalla stazione Milano Nord – Bovisa, per un itinerario in quattro tappe in cui saremo chiamati a rivedere i nostri stili di vita, la nostra  responsabilità pur di una goccia nell’oceano.