Archivi categoria: Recensioni

Recensioni di documenti, libri, articoli

Abecedario della buona battaglia

E’ ora possibile leggere e scaricare l’edizione digitale dell’Abecedario della buona battaglia, a cura dell’Associazione Rosa Bianca e di itlodeo.info.

Il libretto è stato pubblicato la prima volta nel 1988, ristampato nel 1989, e ancora nel 2003 unitamente a due nuovi abecedari, l’Abecedario biblico della buona battaglia e il Terzo Abecedario della buona battaglia, ed è stato proposto nel cofanetto intitolato “Trilogia della buona battaglia”. che è stato fidato compagno di viaggio di tante persone.

Ringraziamo Vincenzo Passerini per aver reso disponibile questo prezioso contenuto.

La rosa bianca di Sophie

Quanto grande può essere a vent’anni il desiderio di libertà? Quanta forza d’animo può dimostrare una ragazza dall’apparenza fragile e minuta? Un romanzo che racconta la storia di Sophie Scholl, nata in Germania nel 1921 in una famiglia dalle idee aperte e liberali.

Ama lo studio e la musica, è attratta dalla bellezza della natura e dalla vita all’aria aperta, si innamora ed è ricambiata. Come molti ragazzi della sua epoca, subisce inizialmente il fascino della propaganda nazista, scoprendo ben presto il volto oppressivo e violento del regime. Fino a che, giunta a Monaco per frequentare l’università, Sophie decide di prendere parte all’attività della Rosa Bianca, gruppo di resistenza clandestino fondato dal fratello Hans e da altri amici studenti, che invita il popolo tedesco a «strapparsi di dosso il mantello dell’indifferenza» e ribellarsi al nazismo.

Un impegno che Sophie affronterà con coraggio e coerenza, fino alle estreme conseguenze.

La rosa bianca di Sophie di Giuseppe Assandri (ediz. San Paolo)

La rosa bianca di Sophie

Carlo Maria Martini e gli anni di Piombo

Carlo Maria Martini e gli “anni di Piombo”.
Un libro di Silvia Meroni, editrice Ancora

https://www.ancoralibri.it/index.php?route=product/product&product_id=8508

La vicenda del terrorismo ha segnato più di quanto si possa immaginare la storia personale di Carlo Maria Martini, che ha cercato di rimanere sempre accanto alle vittime, ma anche di disarmare le mani di coloro che scelsero di seminare terrore perdendo la propria umanità .

Nel libro la puntuale ricostruzione di quanto fatto e detto da Martini negli anni del suo episcopato milanese si intreccia con le testimonianze inedite di alcuni familiari di vittime del terrorismo, davvero toccanti e capaci di aprire squarci di riflessione originale.

«Il più evidente filo rosso che attraversa queste pagine è costituito dal dialogo che il vescovo di Milano ha intessuto con i familiari delle vittime del terrorismo, che l’autrice ha ricostruito principalmente attraverso la documentazione disponibile e gli incontri personali con i figli e le vedove delle vittime. La testimonianza di questo dialogo, che si è svolto quasi sempre lontano dai riflettori e che in alcuni casi non si è mai interrotto, risulta oggi particolarmente preziosa, anzitutto perchè sul piano storico colma una lacuna e ci restituisce il volto di un vescovo che si è lasciato interpellare dalle vittime della violenza terroristica.» (dalla postfazione di Alberto Conci e Francesco Scanziani)

Tempi feroci – Vittime carnefici samaritani

Vincenzo Passerini Tempi feroci. Vittime, carnefici, samaritani
Gabrielli Editori (VR), 2019, pp. 208, euro 16

In tempi feroci, oggi come ieri, le coscienze devono decidere se stare dalla parte dei carnefici o delle vittime. Se fingere di non vedere la vittima, come fanno il sacerdote e il levita della parabola evangelica, oppure soccorrerla e accoglierla, come fa il samaritano.

Le vittime di questa stagione feroce sono i profughi e i migranti, umiliati e offesi, torturati e assassinati nei lager libici, lasciati annegare nel Mediterraneo, respinti e uccisi da muri e da leggi disumane, feriti dai razzismi, sfruttati.

Ma ci sono, ovunque, anche i samaritani che soccorrono e accolgono, si oppongono alla disumanità, si battono per la giustizia e l’uguaglianza, credono nella fraternità. Praticano la buona accoglienza che valorizza i talenti di chi è accolto. Tengono viva la speranza.

Ovunque ci sono coscienze che si oppongono alla ferocia, talvolta a prezzo della vita.

Il libro raccoglie testi inediti o pubblicati in una prima versione su «l’Adige», «Trentino», «Il Margine», ildolomiti.it.

Sguardi senza confini sul nostro presente e squarci di feroci passati che non vanno dimenticati.