Ciao Gigi

Scrivere, ricordare, parlare del nostro carissimo fratello maggiore, Gigi Pedrazzi, richiederebbe lo spazio dilatato di un lungo racconto e l’affluire lento e profondo dei pensieri, della memoria, degli affetti. Altri e altre ricorderanno il Terrazzi de il Mulino, il raffinato pedagogista, l’illuminato politico, l’appassionato laico adulto, in questa notte di veglia, lasciatemi raccontare di un amico. Continua la lettura di Ciao Gigi

I care: democrazia e prossimità?

riappropriarsi delle parole con pratiche di vita
Scuola di formazione della Rosa Bianca
22 – 27 agosto 2017 a Terzolas – Val di Sole (TN)

 “La democrazia è un bene delicato, fragile, deperibile, una pianta che attecchisce solo in certi terreni, precedentemente concimati, attraverso la responsabilità di tutto un popolo. Dovremmo riflettere sul fatto che la democrazia non è solo libere elezioni, non è solo progresso economico. E` giustizia, è rispetto della dignità umana, dei diritti delle donne. E` tranquillità per i vecchi e speranza per i figli. E` pace.” (Tina Anselmi)

Il mondo con cui ci confrontiamo è molto diverso rispetto a quello che abbiamo fino ad ora conosciuto e ci è richiesto di osservare il futuro con occhi nuovi; di pensarlo quale “un testo originale” che deve essere ancora scritto e ha bisogno del nostro apporto nel quotidiano di scelte coerenti e relazioni intense e vere.

In un momento segnato da paure e precarietà di ogni tipo, la necessità di riscoprire ciò che più può creare legami e offrire possibilità di ripartire su un terreno comune per uno “sviluppo umano, sostenibile e integrale” (LS 18) passa dal coltivare e prendersi cura, consapevoli del fatto che le “gravi implicazioni ambientali, sociali, economiche, distributive e politiche, e costituiscono una delle principali sfide attuali per l’umanità” (LS 25).

“I care”, il motto ripreso da don Lorenzo Milani in contrapposizione al “me ne frego”  diventa una proposta  per il cuore e per lo spirito ma anche una chiara indicazione di scelte economiche e di stile di vita. Continua la lettura di I care: democrazia e prossimità?

Europa, il sogno deve continuare

Documento della rete nazionale C3dem

Premessa

In occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma (25 marzo 1957) le Associazioni e le persone aderenti alla rete di cattolici democratici “Costituzione, Concilio, Cittadinanza – c3dem” presentano questo documento come  contributo al rilancio della prospettiva europea e come spunto per un dibattito sia interno che pubblico. Continua la lettura di Europa, il sogno deve continuare

Io non odio/Ja ne mrzim

Le parole dei ragazzi della Rosa  Bianca: liberta, responsabilità, giustizia continuano a guidarci nella lettura della storia e  nell’incontro con le storie e le persone che vivono sulla loro pelle e nel loro intimo, le tragedie che,  purtroppo, si ripetono.

D’intesa con i missionari saveriani, la redazione della loro rivista MissioneOggi, che pure  mantiene viva questa attenzione senza reticenze, e l’editrice Il Margine, che da oltre  dieci anni  propone libri che aiutano a conoscere, amare, cambiare il mondo, abbiamo pensato di portare  all’attenzione della nostra città una storia, una storia pesante radicata nella guerra che ha solcato  la realtà balcanica negli anni ’90.

È la storia di Zijo Ribic, rom-bosniaco. La sua battaglia per la  verità e per la giustizia, la sua attenzione nell’usare le parole per non generalizzare e la sua scelta  di perdonare e di non odiare, hanno aperto nuove prospettive nel difficile tentativo di dialogo e  confronto con il passato.

Una famiglia sterminata dai ‘cetnici di Simo’ sotto gli occhi di un bimbo di  sette anni, Zijo. Recentemente (gennaio 2016), in occasione della sepoltura di quattro delle sue  sorelle, ancora una volta in lacrime, Zijo è riuscito a dire davanti a tutti “Io non odio”. Poteva dire  qualsiasi cosa – e gli sarebbe stato concesso – ma ha detto questo… Thropacsutico e aveva la forza di  un’invocazione.

Andrea Rizza Goldstein, fotografo della Fondazione Alexander Langer di Bolzano, ha  curato una mostra fotografica sulla storia di Zijo e noi la portiamo nella nostra città nella chiesa di  San Cristo, ove rimarrà esposta dal 25 febbraio , giorno dell’ inaugurazione con la presenza di Zijo,  sino al 5 marzo. Andrea Rizza Goldstein e Alberto Bobbio, giornalista di Famiglia Cristiana,  presenteranno la mostra alle ore 17 di sabato 25 febbraio.

La storia di Zijo è stata messa in luce  grazie all’evento “Io non odio/Ja ne mrzm” organizzato nel 2016 dalla Fondazione Benetton Studi e  Ricerche in collaborazione con la Fondazione Alexander Langer Stiftung presso la sede di Palazzo  Bomben in Treviso nel quadro della campagna culturale del Premio Internazionale Carlo Scarpa  per il Giardino 2014 relativo ai villaggi di Osmace e Brezani, Srebrenica, Bosnia-Erzegovina.

Bardolino, Eremo di S.Giorgio – 29 e 30 ottobre

Dal campo autunnale della Rosa Bianca

L’Eremo di San Giorgio, sul Lago di Garda, è stato  scelto per l’incontro autunnale di riflessione e coordinamento di Rosa bianca.

Luogo incantato, tra querce e cipressi secolari, distese di ulivi nei declivi delle colline che scendono al lago, fondale scintillante in questo week end assolato.Bardolino
Continua la lettura di Bardolino, Eremo di S.Giorgio – 29 e 30 ottobre

Coltivare utopie e pratiche per un tempo nuovo

“Più dolce, più lento e più profondo”: il richiamo al motto del pacifista e ambientalista Alexander Langer, nella XXXVI Scuola di formazione politica della Rosa Bianca, ha inteso indicare che “un altro MO(N)DO è possibile”, promuovendo maggiore conoscenza, consapevolezza e pratiche in relazione alla insostenibilità attuale, rappresentata dal mancato riconoscimento della dignità delle persone, dalle disuguaglianze sociali, e dall’impatto ambientale. Continua la lettura di Coltivare utopie e pratiche per un tempo nuovo

“Welcome refugee”

Un appello dalla scuola di formazione politica della Rosa Bianca

Giusi Nicolini, sindaca di Lampedusa, alla manifestazione milanese del 25 aprile ha pronunciato parole che hanno unito la festa della Liberazione al dramma dei migranti: “Tutto possiamo permetterci oggi tranne che il silenzio“ […] “Questo è il momento in cui o ci salviamo tutti o non si salva nessuno. “La Resistenza oggi è necessaria, deve essere ancora più dura e deve guardare al Mediterraneo e all’Europa”. Continua la lettura di “Welcome refugee”

Famiglia e famiglie

famiglia1Oggi si può notare una crisi della famiglia come istituto, anche a livello di codice civile, e come sempre meno funzioni l’equivalenza matrimonio-famiglia, coppia-famiglia, genitori-famiglia. Se si parla di ‘famiglia’ oggi, nel nostro contesto, bisogna parlarne al plurale. Di qui la scelta di parlare di ‘famiglie’: la storia, la vita, il mondo è plurale e, oggi più che mai, ne facciamo l’esperienza in ogni ambito. Continua la lettura di Famiglia e famiglie

Unioni di fatto, unioni civili, adozione e laicità delle istituzioni.

Il punto di vista di Noi Siamo Chiesa

Il quadro generale davanti a noi

Lo stordimento mediatico di questi giorni sulla proposta di legge  Cirinnà sulle unioni civili è in contraddizione stridente con una tematica che esigerebbe una pacata riflessione, anche se da troppo tempo si attende una adeguata normativa della materia. I temi sono sensibili, indubbiamente delicati da affrontare se si parte da sensibilità diverse e soprattutto da una diversa concezione della laicità dello Stato. E’ coinvolto tutto ciò che  è al tempo stesso profondamente radicato nella  sensibilità collettiva che viene dal  passato ma che è anche fortemente coinvolto nel molto di nuovo che cresce  nella nostra società anche su queste questioni. I cambiamenti impetuosi sono dati dalle nuove tecnologie della comunicazione (web e dintorni), della biologia, della medicina oltre che da una globalizzazione di temi che poi si calano in realtà culturalmente e socialmente diverse. La realtà è profondamente cambiata anche nell’universo delle relazioni. Ad esempio, l’esperienza delle persone omosessuali nelle loro relazioni di coppia  appare ora sempre più spesso, al contrario di quello che succedeva in passato, come fondata su valori profondi. Continua la lettura di Unioni di fatto, unioni civili, adozione e laicità delle istituzioni.